COSA REGALARE A NATALE AI VOSTRI BAMBINI. I CONSIGLI DELLA PSICOLOGA

A Natale si presenta il solito problema: cosa regalare a grandi e bambini? In questo articolo mi occuperò dei più piccoli dandovi alcuni consigli per fare regali divertenti e utili alla crescita. Chi ha già letto alcuni miei articoli sa
quanto sia importante il gioco per i bambini: è lo strumento privilegiato di conoscenza e apprendimento.
Per questo il regalo per eccellenza per un bambino è il gioco, ma di che tipo? Ecco i miei consigli:

1.       Bambini di diverse età chiedono giochi diversi in base ai loro interessi e alle mode del momento. Il primo consiglio è riconoscere cosa piace al vostro bambino tra i tanti regali che vi chiederà. Per esempio, un bambino curioso potrà divertirsi a montare e smontare una costruzione, un bambino in movimento apprezzerà un pallone, un bambino concentrato un libro o un gioco da tavolo;

2.       I giochi per essere divertenti e creativi devono poter essere multifunzionali. Un gioco multifunzionale è quello che consente di essere usato in modi diversi, che consente di creare qualcosa a piacere del bambino, che gli permette di usare la fantasia per costruirsi storie e idee. Per esempio ci sono costruzioni che consentono di creare un oggetto in modo rigido, deciso da chi l’ha ideato, altre che permettono di creare qualsiasi cosa venga in mente al bambino. Le seconde sono molto più adatte.

3.      E che dire dei regali tecnologici? La tecnologia ci appartiene, non possiamo fare finta che non sia così per questo è importante saperla introdurre bene nella vita dei più piccoli. Videogiochi, smartphone, tablet sono regali che riserverei ai più grandi (dagli 11 anni in su per intenderci) perché avrete avuto modo, negli anni precedenti, di preparare i bambini al loro uso. Inoltre, i bambini più grandi hanno maggiori capacità di comprendere e seguire regole, di riconoscere le loro emozioni, di verbalizzare i loro pensieri, condizioni necessarie alla prevenzione di un uso scorretto della tecnologia.

4.       Attenzione alla violenza nei giochi. Vi sconsiglio vivamente di regalare videogiochi violenti ai bambini e agli adolescenti. Infatti, la realtà virtuale vissuta dal bambino o dall'adolescente può essere ripetuta con più frequenza nella vita vera a causa dell'effetto d'imitazione. Vale la stessa cosa per qualsiasi altro video-contenuto violento (cartoni animanti, film, video musicali, etc). Mentre giocattoli come spade, pistole, scudi, o altri oggetti volti al combattimento possono essere regalati con moderazione. Questi oggetti consentono al bambino di esprimere emozioni quali rabbia, aggressività, paura senza fare male a nessuno (questa deve essere la regola!). Il bambino può sperimentarsi nel ruolo del buono o in quello del cattivo imparando che la parte “buona” di sé e quella “cattiva” possono convivere insieme senza conseguenze negative.  

5.        I bambini come ben sapete perdono presto l’interesse per un gioco. Da piccoli hanno capacità di concentrazione molto brevi per poi aumentare crescendo ma in ogni caso si stancano abbastanza presto. Conosciuto un gioco hanno bisogno di sperimentarsi in qualcosa di nuovo. Per questo vi consiglio di non regalare giochi troppo costosi sarebbe uno spreco. Sfrutteranno di più i loro giochi con l’aumentare dell’età.

Questi sono i miei consigli ma se qualcuno di voi ha dei dubbi può scrivermi a katja.manga@libero.it

                          Dott.ssa Katjuscia Manganiello | Psicologa Psicoterapeuta
 Tel. 349 6347184

Studio di Psicologia e Psicoterapia | via XI febbraio, 63 - 61121 Pesaro (PU)
e-mail katja.manga@libero.it